Quality Wine, sulla scorta delle esperienze acquisite insieme ai suoi tecnici e consulenti, propone l'impiantistica per la nuova filiera vitivinicola a sostenibilità ambientale.Propone ai suoi clienti soluzioni utili ad organizzare una cantina evoluta sia per gli aspetti impiantistici che costruttivi, che, pur nel solco di una tradizione esemplare, guardi al futuro di una produzione di qualità, economica e rispettosa dell'ambiente.L'idea è di sviluppare un sistema integrato energeticamente efficiente nel presente e per il prossimo futuro. A tal fine le premesse si creano sin dalla forma e dall'orientazione dell'edificio e dell'impianto, che risulterà in grado di funzionare mediante precise strategie stagionali e di razionalizzare lo sfruttamento delle fonti energetiche naturali, puntando con particolare riguardo alle economie interne al sistema, la cui ottimizzazione si configura fin dalla progettazione.L'esigenza di ridurre il più possibile i costi di produzione e l'impatto ambientale porta a rivolgersi principalmente a fonti energetiche rinnovabili - quali l'energia solare, geotermica (calore della terra), eolica, che gratuitamente la natura ci offre in abbondanza - e ad attuare un complesso di accorgimenti che coinvolgono ogni ambito della filiera produttiva. A cominciare dal 'buongoverno' in campagna e in cantina, con la realizzazione di edifici energeticamente efficienti, l'installazione di specifici impianti a risparmio energetico (ad esempio per la fermentazione, per la filtrazione senza scarico di farine fossili o pannelli), fino alla non meno importante fase del ricupero sia di energie termiche sia di reflui e prodotti altrimenti inutilmente dispersi e/o inquinanti. Il ricupero riguarda gli scambiatori di calore che sfruttano le energie termiche disperse negli impianti e nei vari processi di lavorazione della cantina, il trattamento e riutilizzo delle acque di lavaggio (fertirrigazione), le biomasse derivanti dall'attività in campagna (cippato), i sottoprodotti e additivi della vinificazione.L'innovazione in argomento si raccorda con studi eseguiti da società pubbliche e private, università e istituti di ricerca in tema di sviluppo sostenibile e dai contributi delle ditte produttrici.In questo ambito la Albrigi Tecnologie, anche relazionandosi con aziende leader locali e nel mondo, prospetta ai propri clienti quanto è oggi fattivamente realizzabile nella prospettiva dell'ottimizzazione del prodotto.L'ottimizzazione di una strategia energetica efficiente si fonda su una puntuale integrazione dell'impianto tecnologico così articolato e dell'edificio che lo contiene. L'equilibrio energetico del sistema ecosostenibile non può infatti prescindere dalla scelta di accorgimenti costruttivi vantaggiosi e di materiali ecologici: risulta vantaggioso ad esempio sfruttare l'illuminazione naturale, climatizzare in estate e in inverno attraverso la geotermia (magari con sonde predisposte nei pali di fondazione), raccogliere le acque meteoriche, realizzare per gli edifici involucri efficienti come la doppia pelle, i sistemi radianti e sfruttando la ventilazione naturale. E' quindi indispensabile prevedere una corretta pianificazione dell'intervento fin dalla progettazione, sia che si tratti dell'impianto di una nuova cantina, sia che si riguardi al restauro e/o alla ristrutturazione di cantine esistenti o di alcune parti di esse, ammodernandone impianti e manufatti.A tal fine la Quality Wine si avvale di un proprio staff di esperti nei vari settori che, oltre all'attività di consulenza, è in grado di studiare e progettare, allestire e collaudare impianti ed applicazioni rispondenti ai fabbisogni delle varie realtà operative. Sappiamo come fare. Coordinatore del nostro progetto è l'ing. Francesca Poli da Verona e Coquillard jean jacques titolare della Quality Wine.Nel prospetto qui unito e nelle note che seguono, sinteticamente, si riassume l'evoluzione del nuovo ciclo produttivo a sostenibilità ambientale nell'ampio panorama delle tecnologie applicative - dalla coltivazione, all'allestimento impiantistico, al trattamento e recupero dei residui delle lavorazioni - dei diversi aspetti produttivi finalizzati alla qualità produttiva e ambientale.